Separazione Consensuale

Cosa occorre fare quando l'unione coniugale entra irreversibilmente in crisi ?

Per ricevere prime informazioni chiama adesso al 06.8413654 o al 393.3323850 (dalle ore 09.30 alle 20.00)

Chiama Adesso



Che cosa è la Separazione Consensuale ? La separazione consensuale è la separazione personale dei coniugi che avviene per accordo delle parti. L'accordo deve contenere le condizioni concordate dai coniugi - solitamente riguardano l'assegno di mantenimento, l'assegnazione della casa coniugale, l'affidamento dei figli,  la divisione dei beni in proprietà dei coniugi o altre questioni d'interesse.

Come  si propone la domanda di separazione consensuale ? La domanda di separazione consensuale deve essere presentata al  Tribunale ordinario civile dove vi è stata l'ultima residenza comune dei coniugi. Mediante il deposito del  ricorso  sottoscritto da entrambi i coniugi (i quali  possono essere assistiti entrambi da un unico avvocato) si chiede al Presidente del Tribunale adito di fissare l'udienza per la comparizione personale dei coniugi di fronte al Presidente f.f. del Tribunale (la c.d. udienza presidenziale).

Omologazione. Affinché l'accordo predisposto dai coniugi in ordine alla separazione possa avere efficacia è necessario che venga omologato dal Tribunale  adito. Pertanto, un accordo  fra i coniugi privo di omologazione  non da luogo ad altro che a una semplice separazione fatto, priva di di conseguenze giuridiche.

(altrimenti) Mediante la Conclusione di una Convenzione di Negoziazione Assistita nei casi e nelle modalità previste - in tal caso ciascun coniuge deve essere necessarimente assistito da un proprio legale


Quali documenti occorre allegare al ricorso: 1. Estratto di Matrimonio (rilasciato dal Comune del luogo di celebrazione) 2. Certificato di residenza di entrambi i coniugi uso separazione 3. Stato di famiglia di entrambi i coniugi uso separazione; 4. Pagamento del Contributo Unificato € 43

Cosa succede quando l'accordo contiene disposizioni contrarie alla Legge ? Quando l'accordo dei coniugi relativamente all'affidamento e al mantenimento dei figli è in contrasto con l'interesse di questi il giudice riconvoca i coniugi indicando ad essi le modificazioni da adottare nell'interesse dei figli e, in caso di inidonea soluzione, può rifiutare allo stato l'omologazione (art. 158 II°comma c.c.)

Riconciliazione? La separazione personale dei coniugi ha carattere potenzialmente transitorio. Essa pur non incidendo  sul vincolo matrimoniale determina la sospensione dei doveri reciproci dei coniugi  ad eccezione di quelli di assistenza e di mutuo rispetto. Di norma, tale sospensione  dura fino alla riconciliazione o fino al divorzio. E' anche possibile, però, che entrambi i coniugi preferiscano mantenere per sempre questa condizione  per motivi personali o religiosi. Nell'ordinamento italiano non è presente una disciplina specifica per la separazione di fatto che si ha quando la sospensione dei doveri coniugali si produce in base ad un semplice accorso maturato fra i coniugi  ma non formalizzato dal Giudice.

Tariffe. Le tariffe variano in ordine alla complessità delle vicende trattate e così in ordine all'eventuale negoziazione delle condizioni di separazione con il legale che dovesse assistere l'altro coniuge. Per gli accordi di separazione già interamente predisposti dai coniugi si applicano tariffe inferiori a quelle ordinarie. Le Tariffe sono al netto delle Spese Generali del 15 %, delle Spese Occorse, della Cassa Forense 4 %, dell'Iva 22 % e del Contributo Unificato.

Altrimenti

  • Separazione Giudiziale

    Cosa occorre fare quando l'unione coniugale entra in crisi, la convivenza diviene intollerabile e/o vi è pregiudizio per la prole e comunque non vi è accordo sulla separazione ?

    Vai


  • Divorzio Congiunto

    Cosa occorre fare quando è passato il tempo previsto dalla Legge e vi è volonta concorde tra i coniugi in ordine al divorzio e alle sue condizioni ?

    Vai


  • Divorzio Giudiziale

    Scioglimento del Matrimonio Civile o . Cosa occorre fare quando si è legalmente separati ed è ormai passato il tempo previsto dalla Legge vigente (6 Mesi o 1 Anno dall'udienza presidenziale) e non vi è volontà concorde tra i coniugi in ordine al divorzio e/o alle sue condizioni ?

    Vai


  • Modifica e Revoca delle Condizioni

    Come e Quando chiedere l'aumento, la diminuizione o la revoca dell'Assegno di Mantenimento, e/o la Revoca dell'Assegnazione della Casa Familiare, e/o la Modifica delle modalità di Affidamento dei Figli Minori.

    Vai

Pagina Informativa della Studio Legale dell'Avv. Umberto Ciauri
Tutti i diritti riservati